enjoy_car_sharing_eni

Viaggiare in auto con un occhio al portafoglio. Favorire la mobilità sostenibile, ridurre il traffico, le spese d’acquisto, manutenzione e gestione auto è possibile … anche a Milano, città in cui ingorghi e polveri sottili sono un problema non indifferente. Si sa, il cambiamento basta volerlo, dal basso e dal quotidiano. Proprio per questo ho deciso di parlarvi di car sharing, il servizio che permette di utilizzare un’auto su prenotazione pagando in ragione dell’utilizzo fatto. Tra voi ci sarà sicuramente chi ha già sperimentato il servizio, chi è un fedelissimo, chi ne ha sentito parlare ma non è mai andato oltre, chi ignorava del tutto la sua esistenza. Bene, questo post è per tutti, per car sharing dipendenti e nuovi simpatizzanti!

Ho citato Milano, perchè? Perchè proprio da qui è partito Enjoy, il nuovo progetto di car sharing di ENI. Trecento Fiat 500 (che diventeranno 600 entro gennaio) dotate di computer di bordo, a disposizione di tutti i milanesi che vorranno scorrazzare per la città pagando l’auto solo per il suo utilizzo effettivo. La tariffa in movimento è di 25 centesimi al minuto per i primi 50 km (dopo i quali si applica anche il costo al km sempre di 25 centesimi), tariffa all inclusive che comprende spese di assicurazione, manutenzione e carburante. Consiglio: con i soldi risparmiati regalatevi un bel viaggio!

Dopo l’oggettivo risparmio e il gran bel consiglio passiamo ad alcuni servizi davvero utili. Il primo, ovvero, la possibilità di trovare la vettura a voi più vicina e noleggiarla in pochissimi passaggi grazie all’applicazione dedicata. Il secondo, che a voi milanesi, sempre affannati e di corsa, trafiggerà il cuore dalla felicità: ad occuparvi del rifornimento carburante sarà il service team di Enjoy, quindi relax and take it easy, avrete una cosa in meno a cui pensare.

Ultimo nodo cruciale: il parcheggio. Chi utilizzerà una delle belle Fiat 500 avrà la possibilità di accedere gratuitamente all’Area C di Milano e parcheggiare senza problemi nelle strisce gialle per i residenti e gratis nelle strisce blu. Dopodichè, terminato l’utilizzo dell’auto, vi basterà lasciarla in uno qualsiasi dei parcheggi consentiti nell’area coperta dal servizio.

Insomma, ora avete tutte le info per tuffarvi a capofitto nel mondo del car sharing. Che ve ne pare? Aspetto i vostri commenti e magari le prime impressioni dopo l’ulizzo di Enjoy. I vostri consigli saranno di grande utilità agli indecisi e a quanti vorranno saperne di più.

Articolo sponsorizzato

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram Access Token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.