Khiva

Ci sono quei viaggi che nascono per caso, arrivano all’improvviso, senza avvisare. Bussano alla porta e tu non puoi far altro che aprire, prendere lo zaino e partire. È proprio quello che spero accada a molti di voi dopo aver letto questo post.

12 giorni. Un Viaggio (la V maiuscola non è casuale) alla scoperta della Via della Seta e delle tradizioni di un popolo riservato quanto notoriamente gentile; un viaggio distante dalle solite rotte turistiche e dal “chiasso” del turismo di massa; un viaggio sostenibile e autentico. Khiva, Bukhara e Samarcanda, in una parola: Uzbekistan.

Ora, se ad accompagnarvi in questo lungo viaggio carico di fascino e di storia fosse un travel blogger? Possibile? Assolutamente sì. La proposta di questa bella avventura parte da Marco Allegri di NonSoloTuristi.it, Francesca Di Pietro di Viaggiare da Soli e Cristiano Guidetti di Viaggio Vero, tre travel blogger che hanno dato vita a #Viaggiaconilblogger, viaggi “non convenzionali” in Paesi lontani in cui a turno, uno dei tre, condivide l’avventura con il gruppo. Piccola parentesi: conosco tutti personalmente, e credetemi, un viaggio con loro vale davvero la pena.

Tra le tappe del viaggio, Khiva, una città antichissima il cui patrimonio storico e culturale si è conservato nei secoli grazie alle pazienti cure di archeologi e ricercatori. La sua bellezza è arricchita dalla cittadella Ichan Kala, da uno straordinario centro storico costellato di monumenti e da un incredibile complesso di harem e antiche prigioni. Imperdibile anche il villaggio di Mitan, nella provincia di Samarcanda, una località lontana dalle rotte turistiche e completamente avvolta nel suo originario fascino senza tempo. Una terra nel cuore della grande steppa, animata da contrasti e misteri, attraversata da sentieri costeggiati da case di fango in cui abitano ancora agricoltori e allevatori.

Chi deciderà di partire vivrà il fascino di queste comunità rurali, senza filtri, senza vetrine allestite apposta per i turisti, bensì nella loro cruda semplicità. Incontrerà gli abitanti di villaggi sperduti, mangerà nelle tradizionali chayhana, scoprirà le grandi e piccole storie che hanno plasmato questo angolo remoto di mondo.

Uzbekistan

Il gruppo sarà composto da massimo 15 persone e sarà assistito in ogni momento da un’operatore serio e affidabile, Silk Road Destinations, un tour operator uzbeko votato ai principi del turismo sostenibile. Il viaggio si svolgerà dal 25 aprile al 6 maggio (12 giorni e 11 notti), con partenza da Roma. Una volta in Uzbekistan il gruppo riceverà la costante assistenza di un operatore locale che parla perfettamente l’italiano. I costi dipenderanno dal numero di partecipanti e dal tipo di strutture che ognuno deciderà di usare (se alberghi a tre o quattro stelle, se in camera singola o doppia); visto, viaggio aereo, trasferimenti, pasti e alloggio, la guida e l’ingresso in musei e siti storici sono tutti compresi nei costi di partecipazione, ne restano escluse solo le spese personali e eventuali assicurazioni di viaggio.

Per prenotare o per qualsiasi tipo di informazione, potete scrivere a: Marco Allegri – info@nonsoloturisti.it; Cristiano Guidetti – viaggiovero@gmail.com; Francesca Di Pietro – info@viaggiaredasoli.net.

Buon viaggio ragazzi (e so per certo che lo sarà)!

 

Photo credit: druidabruxux via photopin cc

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram Access Token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.