The Tripmill

“Ho bisogno di qualche consiglio su Istanbul, uno di quei consigli da viaggiatore non da guida turistica… che mi dici?” “Eh, niente! Non ci sono ancora stata”. Conversazione realmente avvenuta tra una blogger (la sottoscritta) e un amico. Faccia triste del secondo, spirito da buona samaritana della prima: puoi liquidare un amico che ti chiede aiuto? A Natale purtroppo no. Ho fatto appello alle mie doti da smanettona scandagliando la rete alla ricerca delle giuste informazioni, fin quando tra il numero delle piastrelle della Moschea Blu e gli ingredienti del lokum, ho trovato “Tea, sugar and dream. Istanbul – 6 giorni”. Un diario di viaggio esperienziale scritto da una viaggiatrice, quello che cercavo: “premettendo che nella pila di guide e materiale web che avete stampato lì di fianco a voi troverete qualsiasi tipo d’informazione turistica e molto molto di più, io mi limiterò a raccontarvi il modo migliore per trascorrere qualche giorno in un frenetico, dolce e rilassato calderone di contaminazioni culturali e storiche”. Racconto, mappa con itinerario e indirizzi, belle fotografie. Perfetto. Amico felice, blogger salva.

Il sito su cui ho trovato questo bel diario si chiama The Tripmill, un social network di viaggi nato con l’intento di raccogliere in un unico spazio due mondi ormai sempre più legati: socialità virtuale e viaggi reali. Un portale creato dai viaggiatori per i viaggiatori che raccoglie itinerari disegnati su mappe, pensieri e riflessioni appuntati sui diari di bordo, progetti e consigli di chi ha sempre la valigia pronta. Non parliamo delle ‘recensioni’ che potremmo trovare su un infinito numero di siti, ma di racconti, emozioni, esperienze  e ‘chicche’ da  globetrotter.

The Tripmill

The Tripmill è perfetto se cercate un’ispirazione per il prossimo viaggio o, al contrario, volete ispirare la rete condividendo la vostra ultima travel experience. L’iscrizione è velocissima (è possibile accedere attraverso il proprio account Facebook) e il sito molto molto intuitivo (durante la prima navigazione dei brevi tutorial vi aiuteranno ad ambientarvi).

The Tripmill

Ovviamente i due giovani fondatori, Marco Filippetti e Andrea Bocci, hanno pensato anche a un’app (al momento ancora in versione beta) sia per Android che per iPhone. Dal vostro smartphone potrete inserire foto, info e caratteristiche dell’itinerario, segnare sulla mappa i luoghi che più vi hanno colpito, condividere il tutto sui social, contattare gli altri Tripmillers e visitare i profili delle attività segnalate contattando direttamente le strutture dotate di profilo PRO per richiedere tutte le informazioni.

Ho solo un consiglio da darvi: lasciatevi ispirare. Ecco un video che sicuramente vi aiuterà…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram Access Token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.