Cosa vedere a Nizza e dintorni: dal dedalo di viuzze del centro storico ai ‘villages perchés’ più incontaminati della zona.

Nizza: una città in cui l’anima cosmopolita e l’indole rilassata si fondono tra gli eleganti bistrot della città vecchia e l’acqua blu cobalto della Baie des Anges. Nizza è gallerie d’arte, giardini, piccole piazze e caffè; ma anche popolari spiagge bagnate da un mare limpido e cristallino, dalla storica Ruhl Plage alla rinomata Galion Plage.
Ecco una serie di consigli su cosa vedere a Nizza e dintorni.

Cosa vedere a Nizza Vecchia

Partiamo dalla Viex Nice, la vecchia Nizza, un labirinto di strette stradine dalle mura color ocra e dalle persiane turchesi all’ombra delle Colline du Château. Un’elegante passeggiata puntellata da bistrot, locali notturni e gallerie d’arte, autentica e popolare nell’aroma del pesce secco e dell’aglio che ancora circola nell’aria. Piccole piazze animate da numerosi caffè, bellissime cappelle e residenze private.

Le ponchette, i bassi edifici bianchi di Quai des Etats-Unis un tempo usati dai pescatori, vivono oggi una seconda vita nelle vesti di negozi e vivaci ristoranti; da qui, un ascensore in stile Art Déco accompagna al Parc de la Colline du Château, l’antico sito dei castelli ora occupato da bellissimi parchi con vista sulla baia e sulla città, da cui ammirare le cascate e godersi un buon caffè.

Cosa non perdere a Nizza Vecchia

Place Masséna, una delle piazze più rappresentative di Nizza che, tra l’altro, ospita La conversazione, gruppo di sette opere d’arte moderna di Jaume Plensa dedicate ai sette continenti (di notte si illuminano rendendo la piazza altamente suggestiva).

Il mercato dei fiori allestito dal martedì alla domenica nella lunga piazza Cours Saleya.

La Chapelle de la Miséricorde, il cui interno barocco è considerato uno dei più belli del mondo.

Place Rossetti, centro della città antica nonché meta perfetta per una pausa caffè ma, soprattutto, gelato da Fenocchio, considerata una delle migliori gelaterie della Provenza.

cosa-vedere-a-nizza-centro-storico

Promenade des Anglais

Il cuore della ville moderne (città moderna), si estende lungo il mare blu cobalto. Ombreggiata da palme, lascia il posto a casinò e bellissime ville belle époque dai colori pastello.
Sovvenzionata nel 1822 dalla comunità inglese, rapita dagli inverni da fiaba trascorsi nella città dal clima sempre mite, è tuttora il più elegante simbolo di Nizza nonché rendez-vous di runner, ciclisti e amanti delle passeggiate.

Tra gli edifici più noti della Promenade l’Hotel Negresco, costruito in splendido stile belle époque per il rumeno Henri Negresco (all’interno, imperdibile l’enorme lampadario di Baccarat), e il Palais de la Méditerranée in stile art déco.

cosa-vedere-a-nizza

Nota a parte meritano i musei di Nizza, vera e propria apoteosi dell’arte: Museo Chagall, Museo Matisse, Museo d’Arte Morderna e Contemporanea (MAMAC), Museo delle Belle Arti, Museo delle Arti Asiatiche (la maggior parte ad ingresso gratuito).

Cosa mangiare a Nizza: la socca

Il cosa vedere a Nizza passa inevitabilmente dal cosa mangiare, elemento fondamentale per chi considera il viaggio un’estensione della propria cultura gastronomica. Allora, come stuzzicare il palato? Un viaggio a Nizza è sinonimo di socca, street food nizzardo per antonomasia, da assaporare passeggiando tra i vicoli della città vecchia. La socca è una sorta di torta salata bassa e croccante da gustare rigorosamente calda con una spruzzata di pepe, fatta con farina di ceci, acqua e olio: semplice, gustosa e felicemente economica.

I giardini della Provenza

Musa di scrittori e artisti come Matisse, Flaubert, Dumas e Apollinaire, Nizza è la base perfetta per un tour tra i giardini più belli della Provenza, spettacolari ed eterogenei, paradiso di palme, limoni in fiore, bouganvillea, cactus e tappeti di ibisco.

Da Nizza si raggiungono facilmente in auto il bel giardino di cactus del Jardin Exotique di Èze, antico e pittoresco borgo collinare dalla bellissima vista, e il Jardin Provencal di Hyères, composto da due parchi: il Parc Ste-Claire, tripudio di piante rare e fiori dai mille colori, e il Parc St.-Bernard specializzato in piante mediterranee, cui ci si arriva percorrendo sentieri acciottolati.

Èze-villaggio-costa-azzurra

Cosa vedere vicino Nizza

Sulle cime che dominano Nizza, sorgono incredibili villages perchés, piccoli e bellissimi villaggi dai panorami mozzafiato; ci si arriva percorrendo strade ripide e tortuose ma, davvero, questo piccolo disagio vale certamente il viaggio. A 15 km a nord-est di Nizza, abbarbicato alla roccia, si trova l’antico borgo di Contes, un tempo famoso mercato medioevale di olive e ceramiche.

Proseguendo verso nord si incontra Coaraze, uno dei villaggi più incontaminati della zona, caratterizzato da strette viuzze che salgono verso una chiesa del ‘300.

In direzione Monaco, il piccolo borgo di Peillon, dominante dall’alto del promontorio una vallata di pinete e ulivi. La quasi totale assenza di turisti lo rendono uno dei posti più belli della Costa Azzurra, tappa imperdibile durante un viaggio a Nizza.

Nizza: consigli utili per chi viaggia in auto

Un suggerimento per chi si sposta in auto, un’app scoperta da poco che aiuta a trovare e prenotare un parcheggio low cost, risparmiando tempo e denaro: Parclick. Flessibilità e sicurezza, i motivi per cui mi sento di consigliarvela.

Per informazioni e ispirazioni di viaggio consultare il sito dell’Ente del Turismo della Francia.

Photo Credit: Olga Khomitsevich, Marco, Hjl, Karl Holland.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>