Montagna. In geografia fisica, rilievo di età geologica almeno terziaria, di altezza superiore a 600-700 metri sul livello del mare, avente forme arrotondate e altitudine modesta se di formazione molto antica oppure forme aspre, con picchi, canaloni, gole, ecc. se di formazione più recente bassa, media, alta m., rispettivam., i rilievi fino a 1000 m, dai 1000 ai 3000, oltre i 3000 metri.

Questo è quanto recita il Treccani circa il significato di montagna.

Ma la parola montagna è davvero solo questo?

Osservate attentamente la lettera M. Che cosa vedete? Non vi sembra il segno primordiale di una montagna? Io vedo le alte valli del Passo del Tonale. Vedo mirabili rocce, pareti insormontabili e scintillanti cime innevate.

Credete che abbia una fervida immaginazione? Magari sì ma, piuttosto, penso che confrontarsi con l’altitudine delle montagne, modifichi il punto di vista da cui si è visto sempre le cose.

Quando sali a 1.883 m di altitudine hai la possibilità di osservare il mondo a 360° e di capire che sei parte di uno spazio infinito di bellezza. È sconvolgente e tremendamente rasserenante.

Sono stata tra le alte valli del Passo del Tonale: vi racconto cosa ho visto, ma soprattutto cosa ho provato, utilizzando solo parole che iniziano per M.

MAESTOSITÀ

Ho sempre pensato che la maestosità delle cose si potesse percepire solo guardandole da lontano. Sbagliavo.
Ho affrontato il lunghissimo sentiero verso lo Sporting Hotel al Passo del Tonale. Ho camminato piano, non volevo correre, avevo bisogno di contare i passi, di sentire i respiri, di sentirmi un tutt’uno con la natura e ce l’ho fatta.

La fatica della salita mi ha permesso di allontanarmi da me stessa per unirmi alla natura ed in quel preciso istante ho avvertito la grandezza delle montagne. Lontano da me stessa non mi sono sentita confusa. Ho raggiunto la loro anima, taciturna e solenne.

passo_del_tonale

MIRACOLO

Il Passo del Tonale è quello spettacolo naturale che delimita la Val di Sole dalla Valcamonica e si trova al confine tra il Trentino e la Lombardia.

Da quassù sembra che la natura abbia compiuto il suo più grande capolavoro.

I colori di tutte le cose hanno sfumature mai viste prima: il bianco delle vette acceca e incanta e cambia intensità a seconda dell’ora del giorno, l’azzurro del cielo è un mélange di tutti i blu più belli del mondo, gli alberi innevati, no, quelli li avevo visti nei quadri di Monet.

In questo posto ho avvertito quella sensazione che comunemente viene chiamata “fede”, ovvero l’assoluta convinzione che, qualunque cosa accada, ne valga la pena sempre.

MAGARI

La parola magari esprime un vivo desiderio sentito come irrealizzabile.
Al Passo del Tonale questa parola non esiste perché non si ha bisogno di nulla.

Arrivati in alto, l’unico bisogno è quello di fermarsi per ammirare, per consacrare il momento con un piatto di canederli preparati dello chef dello Sporting Hotel, adagiato alle pendici del gruppo della Presanella. L’hotel, non lontano dal centro cittadino del Tonale, si affaccia direttamente su piste e percorsi escursionistici.

Ho conosciuto la famiglia e la storia della famiglia Delpero, proprietaria dell’albergo, e ho avvertito la protezione e l’affetto che contraddistingue quelle persone che vivono tra le montagne e ne assumono il carattere. Ho amato il calore del legno e il profumo avvolgente della natura. Mi sono rilassata nella SPA, un’oasi in cui rigenerarsi e riappacificarsi con il mondo. 800 metri quadri di puro benessere.

adamello-presanella

MERAVIGLIA

Tra la grandezza della montagna, tra il verde cobalto dei laghi, l’infinità del cielo, ho avvertito il senso di perfezione e armonia. Dall’altra parte c’ero io, finita e imperfetta.
Ho alzato lo sguardo al cielo per l’ultima volta e ho ascoltato il rassicurante silenzio.
E mi sono sentita serena.
E mi sono sentita felice.
Meraviglia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>