Bari Roberta Longo

I 5 comandamenti del freelance – Capitolo I

Amerai il Mac più della pasta al forno.
Il wi-fi avrà la stessa importanza dell’acqua.
La domenica capiterà spesso nel bel mezzo della settimana.
Talvolta finirai di lavorare alle 3 di notte ma la mattina potrai svegliarti alle 11.
Non avrai “ferie” nel comune senso del termine, ma potrai partire nei periodi migliori dell’anno a meno della metà della metà di quello che avranno speso i vacanzieri d’agosto.

A sostegno dell’ultimo punto una serie infinita di motivazioni pazientemente raccolte negli ultimi anni. Subisco da sempre il fascino delle città deserte: magari perché tra il mio letto e il mare ci sono circa 500 passi, magari perché sono nemica delle 4 ruote e vederle dimezzate mi riempie il cuore di gioia o forse perché ho l’impressione di essere davvero parte della città. Se fate parte del mio stesso club ci incontreremo sicuramente al Parco 2 Giugno verso mezzanotte con una fetta d’anguria tra le mani, ne sono certa.

Ok, estate a Bari, ma che si fa? Questa è il vero dilemma. Bene, mi sono impegnata per risolverlo ed ecco il risultato.

– Se siete amanti dello street-food è arrivato il momento di quello che possiamo definire IL tour dei tour: focaccia, panzerotti, sgagliozze, pesce crudo e carne mangiata all’arrabbiata sul Lungomare. A proposito di carne, L’Antico Chiosco da U’Russ è una delle tappe imperdibili, altre le trovate qui. Vi sentirete appagati – e orgogliosamente baresi – come non mai.

– Andare alla Galleria Doppelgaenger (Strada Verrone 8) per “Città effimera”, mostra del mio amato e immensamente bravo street artist spagnolo Sam3. Imperdibile.
In programma fino al 30 settembre (h. 17-20), non disponibile di sabato e domenica.

– Quanti non sono mai andati oltre le mura esterne del Castello Svevo? Tanti tanti tanti. Bene, è arrivato il momento di rimediare. Il Castello è aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 e il biglietto intero costa 3€.

– Regalatevi una mini crociera di 2 ore e 30 nelle acque baresi sul battello “Bari per Mare” ogni giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 10. La navigazione parte dal Molo Borbonico con attracco alle 10.30 al Molo di Sant’Antonio per proseguire alle 11.45 con direzione sud verso Torre a Mare. I biglietti (per i residenti il biglietto ha un costo di 2€) sono in vendita tutti i giorni presso lo IAT di Piazza del Ferrarese nelle fasce orarie 10-13 e 16-19.

L’aperitivo è sacro. Se cercate un buon calice di vino accompagnato da ottimi prodotti locali, fate un salto al Cantiere del Gusto (Via Melo da Bari 29). Ad accogliervi i bravi Giovanni e Roberto.

– Quanto è bello il cinema sotto le stelle. A Bari è sinonimo di Arena 4 Palme (aperto fino ai primi di settembre), godetevelo.

Cari vacanzieri urbani direi che come inizio non è affatto male, ma nel caso non dovesse bastarvi arriva in soccorso anche Groupon con la campagna “REstate in città” e un signor concorso attivo fino al 30 agosto.

Restate-Groupon

Per partecipare basta ‘acquistare’ un coupon a costo zero creato ad hoc per l’iniziativa e rispondere ad un divertente sondaggio, tutto qui. Cosa si vince? Nientepopodimeno che un viaggio per due persone di una settimana in una capitale europea o due buoni del valore di 1.000 e 500 euro da utilizzare per l’acquisto di offerte su Groupon (qui il regolamento completo). Il tutto è perfettamente spiegato in questo video – molto molto simpatico – da un bel ragazzo barbuto entrato prepotentemente nei miei sogni. Voci dicono che sia in quel di Milano… ecco, un aperitivo con lui sarebbe già un ottimo motivo per una urban summer made in Duomo (se a Milano ci siete per davvero queste offerte potranno tornarvi molto utili).

La frase “in bocca al lupo” mi sembra la degna conclusione di questo post. Sento che il vincitore estratto sarà uno di voi… mi aspetto almeno una cartolina, sia chiaro!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>