Il significato più bello della parola Italia lo ritrovo sempre nei piccoli borghi, quelli da poche centinaia di anime e i balconi fioriti. Più sono arroccati, più sono circondati dal verde, più sono votati al buon vivere, meglio è.
La mia ultima scoperta domina una morbidissima collina umbra, tra vitigni e sculture a cielo aperto: Brufa. 600 abitanti, ottimo vino, torta al testo e tanta tranquillità. Questo è.

Scultori a Brufa

Un museo plein air, viene definita così.
Brufa è quel borgo in cui ogni anno da 28 anni si svolge “Scultori a Brufa” una di quelle esperienze artistiche lungimiranti e assolutamente originali che forse ancora in pochi conoscono. Tra l’ultima settimana di agosto e gli inizi di settembre – in concomitanza con la tradizionale festa in onore di Sant’Ermete – il paese ospita “Scultori a Brufa – La Strada del Vino e dell’Arte”, ovvero la sponsorizzazione di una mostra di sculture realizzate da un artista di fama nazionale o internazionale, che di anno in anno vanno ad aggiungersi a quelle realizzate a partire dal 1987. Ecco come Brufa si è col tempo trasformata in un incantevole museo a cielo aperto.
Le opere si inseriscono perfettamente nel territorio dando vita ad bellissimo connubio tra arte e paesaggio; sembrano quasi dar vita a strade, prati e campi, ma soprattutto all’incontro dell’artista con gli abitanti. Da vedere.

scultori-a-brufa-umbria

Dove dormire a Brufa: l’Esperienza

L’esperienza a Brufa diventa assolutamente perfetta se all’arte, al vino e alla torta al testo, ci si concede una sosta nello Spa Resort più grande dell’Umbria, Borgobrufa. Basta allontanarsi 500 metri dal paese ed eccolo qui: concepito come un borgo, domina una grande vallata in uno scenario a dir poco incantevole. Nato come azienda agricola, il complesso viene scelto da Andrea Sfascia e da sua moglie Ivana per la bellissima posizione e lo stile architettonico tipicamente umbro; dopo una serie di importanti ristrutturazioni e anni di duro lavoro la famiglia Sfascia riesce a creare un resort in un ambiente meraviglioso, nel pieno rispetto della natura e della tranquillità.

Borgobrufa è uno di quegli angoli di mondo semplicemente perfetto. Piscine esterne ed interne, grotta salina, bagno rasul, tre private SPA, un ristorante con terrazza panoramica, bellissime camere arredate secondo la tradizione umbra; il fiore all’occhiello è l’Imperial Suite, un’incredibile camera con sauna a infrarossi e piscina privata riscaldata. Nota di merito al ristorante per la proposta di menù stagionali e per l’utilizzo di prodotti territoriali a km 0 acquistati direttamente dai produttori.

Borgobrufa-SPA-Resort-Umbria

Qualcuno direbbe che “due validi motivi fanno un weekend”, Carducci avrebbe parlato della folgorazione da verde e linee d’orizzonte, io di un calice di vino bevuto al tramonto sulle colline. I presupposti per una fuga umbra ci sono tutti, fateli vostri.

Photo Credit “Scultori a Brufa”: onthephoto

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>