Voglio ordine. Intorno a me, dentro di me.
Nell’armadio, sulla scrivania, nelle pesanti cartelle del mio HP, nell’alimentazione, nelle ore di sonno, nel tempo libero, nella mente, nelle relazioni.

Voglio essere connessa.
Con quello che mi viene raccontato, quello che mi viene chiesto, quello che assaporo, con i silenzi. Voglio cambiare la prospettiva, passare dalla connessione dati alla connessione con il mondo.

Voglio leggere in silenzio.
Allontanarmi dal brusio e dalle distrazioni, concentrarmi sulle parole. Sulle lettere. Sull’armonia di testi nati per caso, capitati per fortuna.

Voglio soffermarmi sulle cose, eliminare del tutto l’approssimazione.

Voglio approfondire, non giudicare, correggere il tiro quando necessario.

Voglio vivere, senza perdere neanche un secondo della vita che mi sono costruita, dalla strada incerta, sterrata, piena di curve, ma con dei brevi e bellissimi rettilinei.

Voglio acquistare meno ma sempre più coscientemente. Voglio riscoprire la terra, l’imperfezione, la resilienza.

Voglio raccontare qualcosa di vero.

Voglio e non vorrei.

Mi guardo indietro di qualche anno e tiro un sospiro di sollievo. Niente più zavorre misere e annoiate, nessuna banalità. La voglia di arrivare ha lasciato spazio alla voglia di creare, le relazioni banali hanno ceduto il passo a quelle profonde. Crescere è alzare l’asticella della quotidianità, insistere sulla qualità del presente. Ora lo so.

Mi sembra di aver vissuto più vite in una vita.

Volevo raccontare, racconto.
Volevo raccontare il giusto, ci provo.

Credo nelle parole gentili più che in ogni altra cosa. È il mio credo, la mia religione, la mia àncora.

Poche parole, scritte qualche ora prima dell’imbarco per Buenos Aires. Parole cercate, dimenticate, incastrate. Scriverle le ha finalmente liberate.

    • Cara la mia Giovy, non vedo l’ora! Questo blog mi ha cambiato la vita, nel senso più felice che si possa immaginare, e tu una sei bellissima parte di questo cambiamento, uno di quei regali che il web-destino ha voluto farmi <3 Un grande, grande abbraccio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>