10 cose da fare a Barcellona

10 cose da fare a Barcellona (fuori guida)

Fate così: nella mano sinistra una cara vecchia guida di Barcellona per le visite ‘istituzionali’ alla Sagrada Familia e Parc Güell, nella destra il telefono con questi 10 consigli tra l’ispirazionale, il cazzeggio e il low cost. La regina delle filosofie: tra il cosa vedere e il cosa vedere assolutamente, dedicate la stessa identica quantità di tempo al godimento puro della città.

#1 Primo consiglio in assoluto: il tramonto dei tramonti dai bunker del Carmel. In alto, dalla collina che regala la miglior vista sulla città nel ricordo della guerra civile degli anni ’30. Sui tramonti non c’è mai molto da dire, c’è solo da goderseli. Fatelo da qui, davvero.

10 cose da fare a Barcellona

#2 Cinema Verdi, per animi vintage. Magari non conoscete lo spagnolo e non capirete una mazza, ma se amate i cinema vissuti dovete assolutamente andarci.

#3 Arte a costo zero, nel vero senso della parola. Museo di Picasso, assolutamente meraviglioso, sappiate che l’ingresso è gratuito la prima domenica del mese, tutte le domeniche a partire dalle 15, il 12 febbraio, 18 maggio e 24 settembre.

#4 Chiamatela fissa, ma viva i mercati. Vintage, dell’usato, handmade, second-hand, insomma, tutti. Ecco quelli che proprio non si possono perdere: Flea Market, vintage e usato. De mano en mano, mensile e itinerante, diviso tra vintage-second hand-collezionismo e nuove creazioni di artisti e artigiani. Lost and Found, vintage di quelli che potete solo sognare. Mercat dels Encants, lo storico mercato delle pulci in cui troverete cose che voi mortali…

#5 Vista mare e 365 giorni di apertura. Maremagnum, uno di quei centri commerciali in cui pensi a una cosa e, ops, la trovi. Negozi e ristoranti, angoli relax e terrazze panoramiche, marchi internazionali e marchi made in Spain, insomma, tutto. Anche gli eventi, su tutti il Downtown Market ogni primo fine settimana del mese: c’è la moda, c’è la musica, c’è un’atmosfera che più internazionale, radical-chic e fashion victim non si può. E ricordate che siete sempre affacciati sulla bellissima marina, quindi spendete un po’ di soldi e poi andate, passeggiate e visitate.

#6 A proposito di mare: se in una città c’è onoratelo. E se in una città c’è il mare e decidete di onorarlo fatelo con un aperitivo. Segnate: Bar Santa Marta, Barceloneta. Consigliato 1. per lo spritz, 2. per i nachos, tra i migliori della città. Prezzi molto democratici, relax a gogo.
Calle Grau I Torras 59

#7 Altra fissa: pic-nic. Nella mia vita ne ho fatto solo uno, ma l’idea di un cestino di vimini pieno zeppo di tramezzini e di una tovaglia a quadri bianca e blu, riempie il mio cuore di felicità. Magari non avrete a disposizione nulla di tutto ciò, ma due patatas bravas si trovano ovunque… prendete almeno quelle e una birra, andate al Parco della Cittadella e buttatevi sul prato.

#8 Vermouth: l’aperitivo dei catalani. Non lo sapevate? Bene, ora potete stringere la mano ai local e dire “piacere, anch’io bevo Vermu” Vermu = Vermouth in catalano, poi non dite che non vi voglio bene. Gràcia: tapas bar, caffè e locali carinissimi. Siamo nello stesso distretto di Parc Güell, giusto per intenderci. Vermouth + Gràcia = just a perfect moment. Tra un lampione in ferro battuto e una panchina scegliete uno tra questi bellissimissimi locali e andate di Vermouth come se non ci fosse un domani.

10 cose da fare a Barcellona

#9 Raval, il quartiere dedicato a chi ama la street art. Ne escono delle gran belle foto, consigliato anche a tutti gli Igers.

#10 Non sono io senza una parentesi gastronomica. La prima volta che sono andata a Barcellona mi sono persa la butifarra, ovvero la salsiccia catalana, con salsa alioli e pa amb tumàquet. Non fatelo anche voi, per favore.

[Immagini prese da Shutterstock]

  1. Pingback: Le migliori vermuterie di Barcellona

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>